top of page
Cerca

La giornalista russa arrestata per aver mostrato un cartello contro la guerra in Ucraina è scomparsa


Credit: Corriere della Sera

Marina Ovsyannikova, la giornalista russa arrestata per aver mostrato un cartello contro la guerra in Ucraina durante la diretta televisiva del canale Russia 1, al momento risulta scomparsa. Da lunedì sera alcuni avvocati dell’associazione indipendente russa Ovd-Info avrebbero cercato di mettersi in contatto con lei, senza riuscire a trovarla in alcuna stazione di polizia. L’ipotesi è che sia stata trasferita in una località sconosciuta. Secondo l’attivista per i diritti umani Pavel Chikov, Ovsyannikova sarebbe ormai detenuta da più di dodici ore.


Dopo l’apparizione dietro la conduttrice uno schieramento di auto della Polizia e blindati sarebbe arrivato intorno alla torre di Ostankino. Sembrava successo qualcosa di molto grave, per circondare in quel modo la sede della Tv di Stato.

13 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page