top of page
Cerca

L’Italia brucia. Enormi incendi tra Black out e tilt ferroviari. Il caldo non molla la presa



L’Italia continua ad essere attanagliata dal caldo torrido dell’Anticiclone Africano.

Temperature che nei prossimi giorni continueranno ad aumentare toccando o addirittura superando la soglia dei 40 gradi su molte regioni, in primis in Val Padana.


Ghiacciai in crisi, con un nuovo grosso crepaccio che fa temere il peggio sulla Marmolada, ancora isolata dalla tragedia dove 11 persone hanno perso la vita sotto una valanga di ghiaccio e detriti, e con nevai ormai spariti.


Fiumi in secca e criticità crescente che stanno portando molte zone a dover razionare l’acqua per culture e ancor più per orti e giardini.


E a causa del clima torrido con una soglia di umidità molte volte più basse del 30%, oltre che alla ventilazione, si stanno verificando severi eventi incendiari.


In particolare sul Carso, un rogo ha portato alla chiusura dell’autostrada A4 nel percorso che va da Redipuglia a Lisert, con il personale in servizio alla barriera autostradale, costretto ad evacuare sotto l’intervento dei vigili del fuoco, impegnati a spegnere le fiamme anche con elicotteri e canadair. Blackout generale momentaneo a Trieste, Muggia e nei comuni vicini. In Versilia oltre 360 gli ettari di boschi sono andati a fuoco per per oltre 24 ore sulle colline di Lucca: un centinaio gli evacuati. Difficili le operazioni di spegnimento, con le fiamme che hanno innescato nuovi incendi. Interventi difficili anche a Bolzano e a Vipiteno. In Valle d’Aosta i temporali potrebbero innescare un mix micidiale.

14 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page